Dal 9 maggio al 9 giugno 2018

Con l’arrivo di maggio ed il fiorire dei mughetti veniamo colti da una frenesia ed un’energia tipica della primavera.

Il clima mite ed il profumo dei fiori ci portano a  cercare più occasioni possibili per uscire di casa e goderci le lunghe serate.

L’esposizione di maggio è dedicata proprio a quella fantastica sensazione di ritrovata energia tipica di questa stagione.

Una raccolta di opere che non raffigura direttamente la primavera ma che, tramite l’utilizzo di colori, sfumature e racconti, celebrano la sensazione di primavera.

Troveremo dunque la serie di fotografie “Softscapes” di Renato Luparia che si inserisce nel circuito del 13° Photofestival; il fotografo casalese ci proporrà, come in un sogno, il paesaggio delle sue colline con scatti sfuocati: immagini fatte di luci e colori con i particolari indefiniti e lasciati all’ immaginazione di chi vorrà immergersi nel suo punto di vista.

Accanto alle fotografie di Renato troveremo un mondo artistico diverso, sia d’ispirazione che di tecnica: la serie di opere “La Gioia” dell’artista cinese Yinglu Chen; il suo lavoro ci racconterà il suo  paesaggio interiore anch’esso fatto di colori intesi come una pura rivelazione del suo essere nel quale riusciremo a rispecchiarci tutti.

Cristina Sammarco, Francesca Meana e Loris Ribolzi ci racconteranno invece un diverso punto di vista con diversi media artistici.

Cristina e Francesca, sono due paper Artist, simili nell’animo ma con diverse capacità: Cristina nasconde nelle dita una grande pazienza che la porta a creare opere in carta vetrata dipinta e strappata. Il racconto che crea attraverso le suo opere è quello di paesaggi fatti di mari e montagne dai colori vivaci e dall’insieme gioioso, la sua abilità ha il potere di trasportarti sull’isola d’Elba ad osservare il mare dalla cima del monte Capanne.

Francesca invece, appassionata di fiori racconterà il suo punto di vista sulla primavera attraverso una serie di opere dedicate al significato dei fiori e a come dietro al semplice gesto del regalare una Peonia si può nascondere un significato molto più profondo.

Infine Loris Ribolzi, artista, architetto, pittore e scultore che completerà l’allestimento con i suoi alberi Blu con le ninfe verdi: una serie di sculture di legno che avranno il potere di farvi sentire in una foresta incantata.

Da brava milanese Francesca ama la sua città ed è convinta che dia il meglio di sè nelle giornate di nebbia, quella bella densa che tutto ovatta e trasforma il caos in un’immagine rilassante.

Francesca è convinta che anche il traffico avvolto dalla nebbia possa sembrare meno rumoroso.

Ispirandosi all’opera di Munari “Nella nebbia di Milano” edita da Corraini, ha così creato delle opere che si ispirino a questo fenomeno meteorologico trasformando così in poesia immagini della natura o della città.

Queste opere sono eseguite alternando diversi livelli di cartoncino intagliato e fogli di carta da lucido. Francesca parte da delle fotografie che scatta in giro per le città o fotografie che scatta nella sua testa e che ridisegna successivamente con l’aiuto del computer

L’ispirazione non finisce mai e Francesca si rende disponibile a creare opere personalizzate per chiunque abbia bisogno di dare forma alla propria storia.